Verso Matelica (e Braccano)

L’allegra famigliuola si dirige verso Matelica. A bordo varie guide della nostra regione e il necessaire per comunicare importanti scoperte. Il resto dello spazio è occupato dalle valigie delle tre donne con cui vivo, ovvero una moglie e due figlie. Dopo un tratto di costa battuta dal vento, percorriamo le strade dell’entroterra, carezzate da una pioggia lieve. Attorno paesi e paeselli che s’alzano come pugni e strumenti agricoli lasciati lì, ai margini della strada, come dinosauri addormentati.

entroterra

Ricordo che da piccolo, ai tempi dunque del risorgimento, mio padre per le stesse strade mi mostrava gli alberi, insegnandomene i nomi: quello è il salice, quello il pioppo nero, quello il pioppo bianco. Ecco la filirea, il corbezzolo sta là. Farei lo stesso, ora, ma non li ricordo tutti, e le mie figlie sono un po’ indaffarate con i loro cellulari. A Matelica tocca alla cittadina, che visitai sempre ai tempi del risorgimento, al Museo Piersanti, che dicono sia uno spasso anche per le ragazzine qui di dietro e a Braccano, poi, lì vicino, il famoso paese dei Murales.

Ah, e al Verdicchio, naturalmente, dopo la sistemazione nel nostro primo hotel.

A presto, Dr. T.

 

Lascia un commento


+ 9 = quindici

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422