Visita Numero 1

flora

Di Visite ne abbiamo fatte e con non poco stupore ho colto l’interesse negli sguardi delle figlie, non tanto verso quello che cercavo di spiegare, ma verso quello che vedevano. Il Museo Piersanti è un luogo molto, molto particolare: se si trattasse solo di dipinti, ricorderebbe la Doria Pamphili di Roma: entri, e ti sembra di essere a casa di un signore eccentrico e ricco, tutto è come era (polvere compresa) e questo alla fin fine è proprio il bello del Museo. Che non è un Museo, ma una raccolta di dipinti, tavole, argenti, reperti, vestiti, oggetti oggettini.

cristo

– Quelli che inventi tu non li collezionerebbe nessuno – figliastra…

– Oggi certe cose non si collezionano, Martina. Sai com’è, c’è quella cosa, la plastica… e quell’altra… il consumismo…

Smorfia. Mi aspetto di trovare il Signor Piersanti (un cardinale se non erro) in una delle stanze, svolazzante e fiero come un fantasma collezionista; mi aspetto un rugoso, austero, benigno uomo di Chiesa soddisfatto della propria idea di racimolare quel che riteneva bello.

Per un attimo, penso al valore degli oggetti. Non al valore economico, intendo. Al valore vero.

Martina mi scuote.

E’ ora di cambiare meta: dobbiamo ancora vedere il misterioso Globo di Matelica e assaggiare il Verdicchio, ma anche capire perché Matelica è chiamata la città dei Matti, e farci un giro tra i murales di Braccano

braccano1

E inizio ad avere un certo appetito

A presto, Dr. Timo

 

Lascia un commento


otto + 2 =

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422