Corto Dorico ad Ancona

Ogni tanto manipoli di ragazzi volenterosi mettono in piedi qualcosa che negli anni cresce. Da un’idea nasce una manifestazione, da una manifestazione nasce la seconda e si continua a migliorare – o comunque si continua a crescere che, come per gli uomini, non è sempre migliorare ma significa esser vivi.

Questo per dire che ormai Corto Dorico, cui sto facendo una smaccata pubblicità in questo spazio in cui dovrei parlare di viaggi, è un must nelle Marche e non solo: un festival con tanto di autorevole giuria (capeggiata quest’anno da Giuseppe Piccioni), trasferito per la prima volta nella grande sala del Teatro delle Muse, cui partecipano opere di spessore assoluto. Qui potete vedere l’intero programma. E potete anche ammirare il manifesto dell’iniziativa che, lasciatemelo dire, è un capolavoro di Umberto Grati:

Magari ne potete approfittare, vista la location, per farvi un giro nel centro di Anconaqui potete raccogliere qualche suggerimento per la visita: non vi faccio mancare niente, dite la verità.

Mi direte: ma perché i cortometraggi? Vi risponderò: ma perché Twitter?

Non sono forse i cortometraggi la misura istintivamente adatta ai nostri tempi? Non è, forse, un cortometraggio, nello stesso tempo uno stimolante limite artistico e un riflesso della voracità dei nostri tempi aggressivi?

I ragazzi di cui parlo lo hanno capito prima degli altri e ormai 6  anni fa diedero vita alla prima edizione, che oggi si replica per la settima volta con tanti autorevoli ospiti e workshops e idee

Come direbbe un saggio, Si apre il dibattito…

Barone Rampante

 

Lascia un commento


+ 3 = cinque

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422