Cartoline di parole #7: Micol

Ah i suoi occhi,  gocce di menta mentre porta il cedro più grande sotto il naso aquilino!
Il suo profilo si specchia con la roccia a picco nel golfo, oltre la balaustra bianca, e l’aria è azzurra.
Brucia il piede di lei scalzo sul cotto in fiamme, brucia la lingua languida tra salsa salmastra e baci…è un lento tango di molluschi e labbra.
Mentre una rete d’ombra li trattiene e il vino regala brezze d’ambra, china la guancia su quella vellutata di lei tra le pesche, le scosta il lino bianco dalla coscia di bronzo e indica “là!”…dove ha socchiuso gli occhi pervinca, una casetta di zucchero scrostato, con le agavi scure: attente, severe guardiane sullo Ionio.

Micol Ciminari

 

Lascia un commento


+ 1 = quattro

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422