Cartoline di Parole #10: Marco

Madagascar. Costa nord. Una sinuosa lingua di sabbia bianca unisce la foresta ad un primitivo isolotto. L’oceano bacia i suoi lati rendendone la forma irregolare. I bianchi fondali tingono le acque di un azzurrino brillante, che con l’aumentare della profondità si trasformano in un blu intenso. Le zattere dei pescatori, all’ancora con le vele arrotolate, dondolano sulle leggere creste di schiuma bianca, dando vita ad una danza continua e rilassante. In lontananza si intravede un villaggio. Tre bambini, con abiti sgargianti regalati da chissachì, corrono allegramente verso la riva. Si spogliano in un istante e si tuffano in quelle acque calde. Ridono e scherzano canticchiando un motivetto dal ritmo tribale che, non so come, ti fa stringere il cuore. Catturo queste immagini dall’alto, da un varco tra la rigogliosa vegetazione endemica, conscio di aver salvato nella memoria del mio cuore uno scorcio di paradiso.

Marco Genga

 

Lascia un commento


5 + = tredici

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422