Cartoline di Parole #31: Daniele

Nella quiete di un ambulatorio lacustre incastonato nella “piccola Amazzonia” del Costa Rica, il mio sguardo rimane fisso sulle pale di un ventilatore arrugginito da decenni di umidità costante.
Le gocce di soluzione vitaminica si incanalano nella mia vena dandomi di nuovo la voglia di sperare. 3 giorni di mancamenti e ambàscia non possono farmi credere che l’ultima immagine di un viaggio, sia la zoccolatura verde acqua della lucida parete di uno sfacelo, che qui chiamano clinica.
I pavimenti in legno sembrano fluttuare, dandomi la sensazione che nulla può essere solido e per sempre. Neanche il riflesso della luna sul “Rio Dulce” che poche sere fa mi aveva sussurrato scampoli di poesia.
Eppure, nel sorriso degli inservienti, ritrovo la stessa struggente forza primordiale: una conferma alla caducità delle cose che rende vero e perfettamente nitido ogni colore. Ogni affannoso respiro.

(Daniele Canonici)

 

Lascia un commento


+ sei = 11

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422