Cartoline di Parole #33: Roberto

La prima volta l’avevo percorsa volando. Ora era una strada senza guard rail e senza oleandri in mezzo. Libera dal traffico. L’arrivo, proprio vicino a un albero di prugne. L’accoglienza era stata speciale. Una donna, cordiale, con gli occhiali scuri, come se ci conoscessimo da sempre, mi ha offerto subito un bicchiere di Dingac. A Gospic la neve si era sciolta da poco, l’erba piegata. Sopra la testa un monte verde scuro, sotto i piedi ciclamini. Cento metri più in la, i cacciatori in posa per una foto, sorridenti, con gli stivali bagnati e una lepre tenuta per le orecchie. Sicuramente c’erano molti posti simili, ma questo mi restò a lungo nel cuore per il modo in cui c’ero arrivato.

(Roberto Ceccarelli)

 

Lascia un commento


+ 9 = quindici

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422