La Punta della Lingua ad Ancona

Dalla prima edizione a oggi La punta della lingua è divenuto un evento di livello internazionale che ha come centro la poesia, quel particolarissimo momento in cui l’ordine e il disordine dell’uomo si armonizzano attraverso la parola.

Con la direzione artistica di uno dei maggiori autori di poesia in circolazione, Luigi Socci, il quale da anni si dedica indefesso alla realizzazione di un festival tanto appagante quanto faticoso, e spinto dall’ardore dell’associazione culturale Niew View il cui cuore è il vulcanico Valerio Cuccaroni, il festival ha continuato a crescere, interessare, innovare, proporre nuove sfide e punti di vista, giocare con il rapporto tra ambiente e versi, poeti e non poeti, città e arte.

Il programma che qui è possibile leggere per esteso nel 2012 risponde alle aspettative e dopo la grandiosa manifestazione dello scorso anno, eccezionale per ospiti e per locations, ecco che scendono in Ancona voci eccellenti della poesia come Billy Collins, definito dal New York Times “il poeta più popolare d’America”, Federica Fracassi con uno spettacolo su monologo della grande Patrizia Valduga, Aldo Nove e il musicista Alessio Bertallot, l’ineguagliabile Mariangela Gualtieri (nella foto), Toni Servillo e molti altri.

Il festival è un vero patrimonio per un territorio sempre avaro di eventi di questo genere.

 

 

Lascia un commento


quattro + = 5

 

Tutti i contenuti del blog Viaggiare Terra e Mare (dove non diversamente specificato)
sono pubblicati sotto Creative Commons 2.5 Italia License.

Viaggiare Terra e Mare un progetto di Amatori Tour Operator - P.I. 02251850422